LA BATTAGLIA DI ORTONA

Brevi notizie sulla Battaglia di Ortona a Mare nel 1943 (chiamato anche la Stalingrado d'Italia):

08/09/1943 - Armistizia con gli Angloamericani.
09/09/1943 - Fuga da Roma del Re d’Italia Vittorio Emanuele III e della Corte Reale al Castello Ducale di Crecchio ed imbarco al porto di Ortona sulla Corvetta “Baionetta” e diretti a Brindisi.
10/09/1943 - Sbandamento dell’Esercito Italiano; I soldati del 14 Reggimento Fanteria “Pinerolo" accasermati a Ortona fuggono dai rastrellamenti dei Tedeschi.

 

11/09/1943 - Sacchecchio alla stazione ferroviaria di Ortona e arrivo e partenza degli ultimi treni per il Nord e il Sud d’Italia.
24/09/1943 - Ortona è occupata dai Tedeschi.
06/10/1943 - I Tedeschi distruggono il porto e le attrezzature portuali.
20/10/1943 - Rastrellamento uomini di Ortona per costruzioni di trincee e accampamenti sul Sangro.
02/11/1943 - Il Comando Tedesco ordina lo sfollamento dei cittadini di Ortona.
05/12/1943 - Ortona subisce il primo attacco di artiglieria Canadese.
06/12/1943 - I soldati Canadesi raggiungono Villa Rogatti.
10/12/1943 - I soldati Canadesi raggiungono Villa Torre.
12/12/1943 - Primo attacco dei Soldati Canadesi al passo di Casa Berardi con il Capitano Tricchet e conferimento dell’alta Onorifenza VICTOR GROSS dell’Impero Britannico.
14/12/1943 - Presa di Casa “Berardi”.
17/12/1943 - I soldati Inglesi e Indiani liberano Villa Iurisci, Villa Sarchese e Villa Pincione.
18/12/1943 - Occupazione delle 4 strade e statale marruccina.
21/12/1943 - All’alba i Tedeschi fanno saltare la Torre dell’Orologio/Stazione Semaforica e la Basilica di San Tommaso Apostolo. Nel pomeriggio bombardamento a tappeto nella Città. La Chiesa e le prime case di Costantinopoli sono occupati dai soldati Canadesi.
22/12/1943 - Si combatte per il centro di Ortona. I Carri Armati avanzano in Corso Garibaldi e bombardano l’Orientale. 
23/12/1943 - I Soldati Canadesi occupano il Palazzo “Farnese”. Si combatte in Via della Pace,Sofia, Amena,Pugliese,mentre i primi Carri Armati raggiungono Piazza Santa Maria e l’Ospedale.
24/12/1943 - Si combatte per liberare l’Ospedale Civile.
25/12/1943 - I Soldati Canadesi festeggiano il Natale con pranzo alla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli.
26/12/1943 - I civili rifugiati nell’Ospedale,in un momento di pausa riescono ad uscire e raggiungere le strade delle vicinanze già liberate.
27/12/1943 - Di notte bombardamento al Castello con i Tedeschi che sgombrano le strade e i vicoli di Terravecchia.
28/12/1943 - Nella mattinata, una pattuglia di Canadesi avanza da Piazza San Tommmaso verso il Castello,mentre un’altra da Via Morosini e Via Acciaiuoli passando per Largo Ricciardi e Vicolo San Domenico e si ricongiunsero a Piazza Castello. A ricongiungimento avvenuto, il radiotelegrafo annuncia alle retrovie che la città di Ortona è completamente liberata dai Tedeschi.
Ogni casa un fortilizio, ogni vicolo una trappola, ogni cantina un bunker, ogni cumulo di macerie una barriera, ogni piazza un campo di mine.
C’erano volute due settimane ai Canadesi di Vokes per mettere piede nei sobborghi di Ortona.
Il 20 Dicembre i Canadesi avevano raggiunto i sobborghi di Ortona a Mare; soltanto tre giorni dopo Natale e dopo durissimi combattimenti, la città fù sgomberata dal nemico. 
Ad un milione e duecentomila ascendevano i colpi sparati dall’artiglieria Canadese sulla Città di Ortona a Mare; a oltre seimila le mine poste in opera dai Tedeschi nella loro sistematica distruzione. 

 

Fonte del racconto: Cav Egeo DI Lorenzo

Link utili:

Utilizza il nostro 

QR CODE per collegarti al nostro sito web

con il tuo smartphone.

Per qualsiasi info, inviateci una email

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti